Il popolo, Barabba e Pilato

ponzioP

Alla fine la montagna partorì il topolino. Dopo tanto rumore e dopo tanto clamore le liste escono finalmente linde e pulite, prive di impurità ed in possesso di una preziosa autocertificazione di conformità a quei sani principi etici che dovrebbero essere il faro-guida della nostra smarrita classe dirigente.

Peccato che dai commenti degli auto-certificatori  emerga tutta l’ipocrisia di questa tragicomica recita, infatti tra le frasi da incorniciare (ma che purtroppo sono già state dimenticate) le più comuni sono state: “scelte dolorose, scelte ingiuste ma opportune, scelte necessarie a causa del clima giacobino che si è creato, scelte drammatiche a causa della violenza dei media etc”.

Sembrerebbe proprio che il mea culpa questi bravi auto-certificatori non lo recitino neanche in chiesa, verrebbe quasi il sospetto che piuttosto che una bella pulita candeggiante ci sia stata solamente una veloce, quanto pilatesca, lavata di mani.

Il vaglio delle commissioni di garanzia hanno avuto infatti il pregio di stendere un pesante manto di insindacabilità sulla “caratura morale” dei componenti delle liste elettorali. Il nuovo dogma della politica nostrana è infatti quello di dichiarare al di sopra di ogni sospetto chiunque sia sopravvissuto al terribile giro di vite delle commissioni di garanzia, manco fossero state  presiedute da Torquemada in persona!

Eppure tutta questa messa in scena si sarebbe potuta evitare se solo le ultime due (larghe) maggioranze parlamentari avessero previsto, oltre che una nuova legge elettorale più confacente alla nostra Costituzione, dei criteri di candidabilità oggettivamente riscontrabili semplicemente sfogliando il curriculum vitae e la fedina penale dei papabili candidati.

Certi che Berlusconi non si sarebbe mai inflitto una così masochista flagellazione, i più ottimisti avevano riposto le loro speranze e le loro aspettative nel rigoroso ed intransigente Monti. Sostenuto da una maggioranza che neanche in Bulgaria avevano mai visto, avrebbe potuto, tra una asciugata di lacrime alla Fornero ed una pacca sulle spalle di Marchionne, almeno regalare ai cittadini la speranza di essere determinanti per le future sorti politiche del Belpaese. Sappiamo tutti come è finita, il governo con la più grande maggioranza parlamentare del dopoguerra  è caduto quando era ad un passo dalla riforma elettorale ma stranamente non è stato un voto di sfiducia a causare tale repentina ed irrefrenabile caduta. Il rigoroso Monti si è dimesso per le “importanti e significative parole di Angiolino Alfano”, uno che in politica come nel PDL contava,conta e conterà come un due di coppa con briscola a bastoni.

E i più ottimisti? Anche loro si sono finalmente arrabbiati e non vedono l’ora di prendersi la loro rivincita nelle prossime politiche, è per questo che negli ultimi giorni fioccano appelli al voto utile, al voto intelligente ed al voto libero da istinti populisti poiché, come fanno recitare a Benigni, “Il popolo sceglie Barabba” … è vero ma dopo quello che è successo posso affermare che il popolo è costretto a scegliere Barabba soprattutto quando le istituzioni si lavano le mani!

Tony Mariotti 25-01-2013

The URI to TrackBack this entry is: https://laboratorioglobale.wordpress.com/2013/01/25/il-popolo-barabba-e-pilato/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Ciao Tony, siamo messi proprio male, e niente di lindo e nuovo
    all’ orizzonte. Ma il popolo non è costretto a scegliere Barabba, credendo che sia il male minore, deve solo spettare il momento propizio per spazzare via Pilato, Barabba e tutto il Cucuzzaro

    Mi piace davvero questo post
    Grazie
    Baci
    Mistral


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: