Fanti e fantocci

Fanti

Sale la disoccupazione ma la “questione Lavoro” rimane secondaria nell’agorà dei confronti tra politici, partiti e schieramenti. Probabilmente la politica è assuefatta a se stessa e noi ad essa e ci appare dunque normale assistere e dare rilievo a dibattiti su questioni accessorie finanche discutere sull’americanizzazione della campagna elettorale stessa. Come automi disinteressati immagazziniamo slogan e frasi ad effetto buone da tirare fuori tra un caffè ed una passeggiata domenicale. I più mediatici riempiono, tra un Ruzzle ed un “mi piace”, le bacheche dei social network con simboli, icone e citazioni volutamente partigiane in modo da sentirsi partecipi alla causa e con la coscienza onorata. Insomma  l’italiano sembrerebbe soffrire di “osmosiopatia” ossia ci si immedesima fino all’estremo con il contesto che si sta vivendo. Infatti è risaputo che durante un Mondiale di calcio ci sentiamo un po’ tutti Bearzot e che durante il 6 Nazioni siamo tutti scafati rugbisti, così come durante il periodo elettorale siamo tutti fanti di una causa, di un partito o di un personaggio politico. Siamo fanti appunto e come tali avvezzi all’ubbidienza marziale ed alle cariche suicide. Sacrifichiamo dignità e senso critico, combattiamo all’arma bianca con i nostri avversari, che altro non sono che fanti armati, arrabbiati ed istruiti come noi. Un corpo a corpo estremo all’ombra di colonnelli e capitani che vestono di bianco, nuove icone di vecchie idolatrie. Nel loro nome, sfogando la rabbia e la frustrazione per il lavoro appena perso, partiamo all’assalto di una trincea piena di tristezza, sfiducia e sconforto. I tamburi e le trombe danno ritmo alla marcia, agli slogan ed ai pensieri, ti fanno dimenticare che sei un disoccupato (o un potenziale tale) e ti danno fiato per dibattere su cani, cagnolini e cagnette. Intanto la disoccupazione sale e la rabbia canalizzata.

Tony Mariotti 08-02-2013

 

The URI to TrackBack this entry is: https://laboratorioglobale.wordpress.com/2013/02/08/fanti-e-fantocci/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: