Si può fare

Si può fare

Ne “L’Immortalità” Kundera descrive l’aspirazione dell’uomo a voler lasciare un segno, un ricordo. Spesso però diventiamo eterni nostro malgrado e quando accade non siamo noi a decidere se l’immortalità sarà circondata dal rispetto o dal “ridicolo”. Così provate ad immaginare l’eternità lasciata dal “Yes we can” di Obama o il geniale ma diverso “Si può fare” di Gene Wilder in Frankenstein Junior. Ora provate ad immaginare l’eternità ridicola alla quale, inconsapevole, si consegna chi, volendo imitare Obama, riesce a somigliare alla brutta copia di Wilder. Provate ad immaginare tutto questo e provate ad immaginarlo in una campagna elettorale, solo così avrete la possibilità di immedesimarvi in un elettore abruzzese del Partito Democratico che quotidianamente deve assistere a dei Frankenstein che si atteggiano a ruspanti Obama.

Tony Mariotti

The URI to TrackBack this entry is: https://laboratorioglobale.wordpress.com/2014/03/28/si-puo-fare/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: